Vaccini: Decreto Lorenzin

 

Decreto “Lorenzin” vaccini: considerazioni e strumenti.

Comunque vada a finire penso che il decreto 19 maggio 2017 “Lorenzin” sui vaccini avrà fatto il suo sporco lavoro, ma noi non sapremo mai con certezza il perché è stato presentato, le ipotesi, tutte verosimili, sono tante e vanno dall’aggiotaggio in borsa alla verifica del grado di allerta dei cittadini.

Quello che è importante per noi cittadini è combatterlo con tutte le nostre forze, anche se si tratta alla fine di un potente mezzo di distrazione attraverso il quale far passare liscia qualche altra norma diabolica, non abbiamo scelta o combattiamo o soccombiamo agli insistenti ed efferati colpi che il nostro amato governo ci assesta costantemente.

Nell’attesa di capire che cosa accadrà con questa bizzarra operazione attinente al suddetto scellerato decreto ritengo sia utile prepararsi per tempo con degli strumenti in nostra difesa.

Dopo aver fatto varie ricerche sul web ho deciso di implementare pesantemente la dichiarazione di “dissenso Informato” per i vaccini obbligatori precedenti (solo 4) includendo in essa considerazioni necessarie per chi vuole sottrarsi alle imposizioni vaccinatorie dello stato, tenendo presente che chiaramente, se dovesse rendersi necessaria l’esibizione di detta dichiarazione si dovrà avere un supporto legale o di qualche associazione sulla libertà di scelta per le vaccinazione (es. Comilva).

Il modulo che riporto di seguito è da copiare ed incollare su un documento di testo (foglio word o simili) e modificarlo a piacimento o a seconda delle personali esigenze(es. se si devono fare solo i richiami, se si hanno figli con pregressi danni da vaccini o con problematiche di salute varie) e presentarlo nelle opportuni sedi(ASL, scuola, Tribunale, ecc.) corredandolo eventualmente da qualche personale richiesta, considerazione, documentazione o altro che sia ritenuto utile.

Rappresento che qualora il decreto “lorenzin” non vada in “porto” come auspichiamo in tanti i moduli da utilizzare per sottrarsi ai vaccini obbligatori li ho postato in quest’altro articolo [QUI] ove si può trovare anche la “Dichiarazione di responsabilità sugli eventuali danni da vaccino” da far firmare al medico prima di ogni vaccinazione.

Marcello Salas


==================================================================== All’ ASL ________________________________________________________. 

All’ istituto scolastico _____________________________________________.

Al tribunale _____________________________________________________.

A _____________________________________________________________.

DISSENSO INFORMATO

Noi sottoscritti, __________________________________________________ ______________________________________________________________ e _______________________________________________________________________________________________________________________, genitori di ____________________________ nato/a _________________________ il _______________, in merito alle vaccinazioni di nostro/a figlio/a abbiamo condottoun lungo e serio approfondimento dell’argomento, da cui emerge che:

*in qualità di genitori, nel primario interesse di nostro figlio in particolare sul punto dei rischi e danni ampiamente riportati dalla letteratura scientifica nazionale ed internazionale che gli enti preposti non ci hanno mai debitamente comunicato, abbiamo il dovere di tutelare la sua incolumità;

*la nostra posizione vuole essere di ragionevole cautela rispetto ad un trattamento sanitario la cui sicurezza risulta essere alquanto controversa anche nel mondo scientifico e in particolare in Europa ove risulta essere obbligatorio solo in pochi paesi, negli altri è giustamente consigliato;

*la vaccinazione dovrebbe essere una scelta, da valutare caso per caso, considerando esclusivamente il rapporto rischio-beneficio dopo aver ricevuto un’informazione corretta dalle autorità sanitarie, in particolare notizie dettagliate e chiare riguardanti la prevenzione dai danni vaccinali, colpevolmente minimizzati e sottaciuti come invece stabilito dall’articolo 7 della Legge 210 dell’anno 1992;

*in diversi(molti) paesi europei il vaccino esavalente Infranrix Hexa è stato ritirato dalle autorità sanitarie per gravi sospetti di arrecare danni seri ai bambini;

*l’OMS ha più volte ribadito che gli studi di settore, svolti dalle stesse case farmaceutiche, volti a escludere ogni rischio per la somministrazione dei vaccini erano assolutamente insufficienti e che pertanto i rischi di pericolosità per la salute non erano affatto esclusi, inoltre mancavano studi a lungo termine circa il danno vaccinale su bambini di diverse fasce d’età, nonostante ciò i vaccini sono stati egualmente messi in commercio e in Italia con specifiche norme legislative resi obbligatori, anche se non coercitivi (D. L. 273 del 6 maggio 1994, convertito con Legge 490 del 20 novembre 1995 stabilisce che: “l’esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie su minori non può essere coercitivamente imposta”);

*la vaccinazione antipoliomielitica non ha alcun senso in quanto la stessa OMS dal 2002 ha certificato che l’Europa è un continente “Polio Free”, cioè senza più virus selvaggio della poliomelite, quindi il proseguimento di tale vaccinazione è palesemente solo dannoso non arrecando alcun beneficio ed inoltre grava sulle casse dello Stato (contribuenti);

*non siamo stati esaurientemente informati sui benefici e rischi delle vaccinazioni e il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica non può offrirci garanzia di innocuità dei vaccini;

*il decreto legge del 19 maggio 2017 licenziato dal consiglio dei ministri, su iniziativa di Gentiloni e Lorenzin, (dopo diversi giorni non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale e non trasmesso al Parlamento, dunque non valido), viola innumerevoli norme di legge non solo nazionali, ma anche trattati europei e convenzioni internazionali che elenchiamo:

-Articoli 2, 3, 10, 32 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana;

-Articoli II-63 , II-81 e II-84 della Costituzione dell’Unione Europea;

-Articolo 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo;

-Articoli 3, 10, 14, 20 e 21 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea;

-Articoli 4 e 5 della Convenzione Internazionale contro la discriminazione nel campo dell’educazione adottata dalla 11° Conferenza Generale dell’UNESCO a Parigi del 14/12/1960;

-Articolo 9 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950;

-Articolo 2 Primo protocollo aggiuntivo del 20/03/1982 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950;

-Articoli 2, 4 e 5 della Convenzione di Oviedo del 1997;

-Articolo 4 della Carta Europea dei Diritti del Malato di Bruxelles;

-Decreto del presiudente della repubblica 355 del 1999;

-Convenzione sui diritti dell’infanzia, artt 1 e 10 (unicef);

-Legge 833/1978, legge 176/1991, Legge 3/2001, Legge 145/2001, oltre ad alcuni pronunciamenti della Corte Costituzionale nonché della Cassazione;

*come previsto dal citato decreto 19 maggio 2017 “Lorenzin-Gentoloni” sui vaccini che al momento 27/05/2017 stranamente non ancora reperibile, “queste vaccinazionipotranno essere omesse o differite solo in casi particolari, come l’accertato pericolo per la salute”pericolo per la salute purtroppo non aleatorio ma un rischio altissimo ben specificato negli stessi foglietti illustrativi(bugiardini) dei singoli vaccini i quali peraltro dovranno essere inoculati in dosi multiple fino a 9 vaccini contemporaneamente operazione che incrementerà gli altissimi rischi fino ad una probabilità molto alta che si verifichi qualcuna delle centinaia di reazioni avverse sempre indicate nei bugiardini;

*i vaccini possono contenere molte delle seguenti sostanze di cui tuttavia se ne sconoscono scientificamente gli effetti sul corpo umano e ancor meno su quello dei neonati il cui sistema immunitario non è ancora “maturo”, elenco tratto dal modulo di responsabilità sugli eventuali danni da vaccino redatto dal medico americano Ken Anderson e reperibile qui http://preventdisease.com/news/13/080913_You-Want-To-Vaccinate-My-Child-No-Problem-Just-Sign-This-Form.shtml :*Idrossido di alluminio* fosfato di alluminio* solfato di ammonio* amfotericina B* tessuti animali: sangue di maiale, sangue di cavallo , cervello di coniglio,* arginina cloridrato* rene di cane, rene di scimmia* fosfato di potassio bibasico* embrione di pollo, uova di pollo, uova di anatra* siero di vitello (bovino)* beta propiolactone* siero fetale bovino* formaldeide* formalina* gelatina* gentamicina solfato* glicerina* cellule umane diploidi (provenienti dai tessuti dei feti umani abortiti)* idrocortisone* idrolizzato di gelatina* mercurio thimerosal (thimerosal, Merthiolate (r))* glutammato monosodico (MSG)* monobasico di potassio fosfato* neomicina* neomicina solfato* nonilfenolo etossilato* ottilfenolo etossilatooctoxynol * 10* indicatore rosso fenolo* fenossietanolo (antigelo)* cloruro di potassio* difosfato di potassio* monofosfato di potassio* polimixina B* polisorbato 20* polisorbato 80* suina (maiale) idrolizzato pancreatico di caseina* residua MRC5 proteine* sodio deossicolato* sorbitolo* thimerosal* tri (n) butilfosfato,* cellule VERO, una linea continua di cellule di rene di scimmia, e di sangue di pecora…;

*il citato e controverso decreto 19 maggio 2017 “Lorenzin-Gentoloni” è stato emanato senza la sussistenza dei requisiti minimi di urgenza e reale emergenza di epidemia in Italia come si evince dai dati ufficiali italiani sulle malattie che si intendono preveniree su quelli dell’OMS.

Tenuto conto di quanto finora accertato appare chiara e inconfutabile l’inesistenza di una presa di responsabilità degli organi preposti a garantire l’incolumità e la comprovata efficacia di tale pratica sanitaria ed inoltre per le seguenti ragioni:

1)     nell’invito alla vaccinazione mancata allegazione dei foglietti illustrativi dei vaccini, oltre che mancata precisa indicazione dei lotti vaccinali completi di tutti i dati identificativi dei farmaci che si intenderebbero utilizzare;

2)    come conseguenza di 1, mancata indicazione precisa dei rischi alla salute e delle comuni reazioni indesiderate legati ai vaccini, e mancata promozione della conoscenza della legge 210 del 1992 in materia di danno da vaccino, che deve essere obbligatoriamente portata a conoscenza delle famiglie prima della profilassi vaccinale;

3)    impossibilità oggettiva per la ASL di fornire le dosi monovalenti dei singoli vaccini obbligatori nel nostro Paese;

4)   mancata effettuazione di test preventivi di tipo genetico, immunitario, allergologico e di ricerca di intolleranze alimentari su genitori e bambino, indispensabili per verificare una possibile idiosincrasia ai vaccini dell’organismo del soggetto ricevente;

5)    rifiuto formale da parte di noi genitori di assumerci alcuna responsabilità e quindi firmare, per una pratica sanitaria obbligatoria-coercitiva, illogica, a nostro avviso insicura e non scelta da noi consapevolmente.

comunichiamo il nostro CONSAPEVOLE DISSENSO alla vaccinazione di nostro figlio/a, riservandoci di agire, al momento opportuno, nelle competenti sedi e nei confronti di ogni organo istituzionale che sia ritenuto responsabile di tale atto coercitivo e di tutti gli altri reati annessi all’emanazione del decreto 19 maggio 2017 “Lorenzin-Gentoloni”, al fine di garantire la salute di nostro figlio/a e salvaguardare i nostri diritti sanciti costituzionalmente e dalle norme internazionali.

Si richiede/dichiara altresì _______________________________________________ _______________________________________________________________________

______________________________________________________________________.-

__________________, ____________________.

In fede.

Il padre                                                                               La madre

______________________________                   ____________________________

====================================================================

Marcello Salas

fonte http://compressamente.blogspot.it/2017/05/decreto-lorenzin-vaccini-considerazioni.html#more