STRAGE DEGLI INNOCENTI-MATTARELLA COME ERODE

 

MATTARELLA FIRMA IL DECRETO FUORILEGGE PER 12 VACCINI OBBLIGATORI

di Gianni Lannes

L’inquilino del Quirinale, Sergio Mattarella ha sottoscritto l’illegale decreto legge che rende obbligatori ben 12 vaccini sui bambini. Una misura coercitiva unica al mondo, imposta da Washington per favorire le solite multinazionali. Ora l’atto inconstituzionale dovrà essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale e convertito in legge dal parlamento entro 60 giorni a pena di decadenza. Gentiloni e Lorenzin sono già stati denunciati dal Codacons, dall’Aduce e da alcuni cittadini. L’Italia da oggi è ufficialmente, a tutti gli effetti, sotto dittatura anglo-americana 
Alla repressione si risponde con la ribellione.  Parola di Giuseppe Dossetti, un padre della Costituzione Repubblicana:  

“Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all’oppressione è un diritto e un dovere del cittadino”.



riferimenti:

http://www.quirinale.it/qrnw/attivita/attifirmati/sett/2017_m06d05.html

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2017/06/07/130/sg/pdf

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=vaccini

VACCINI OBBLIGATORI PER TUTTI IN ITALIA

di Gianni Lannes

Domani Lorenzin e tutti i medici sul libro paga delle multinazionali come la Glaxo, saranno vaccinati a forza per dare il buon esempio? Nel 1995 la commissione nazionale di bioetica – sia pure di impronta governativa – raccomandava di passare dall’obbligatorietà all’adesione spontanea, prendendo in considerazione l’indispensabile “vaccinazione per gli adulti”. Allora tendo conto del responso di questo elevato consesso scientifico, si proceda con almeno 12 iniezioni obbligatorie a partire da Gentiloni e Lorenzin, dai medici, agli insegnanti ,dai dirigenti scolastici fino ai bidelli. E poi si proceda con politicanti, magistrati e giornalisti favorevoli alla misura coercitiva. Solo dopo questa profilassi l’attenzione potrà essere rivolta, con le dovute attenzioni e precauzioni ai minori.

Un decreto legge è una norma del governo che entra immediatamente in vigore e che oltrepassa in prima battuta la discussione parlamentare. Il 19 maggio scorso il consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge fantasma. In una democrazia compiuta l’iniziativa legislativa spetta al parlamento. Il governo può fare una legge solo se esistono i presupposti della straordinaria necessità e dell’urgenza. Quando esistono i presupposti di straordinaria necessità e di urgenza per un decreto legge sui vaccini? Ma quando si manifesta con virulenza un’epidemia.

 

L’Istituto Superiore di Sanità ha appena certificato un calo dell’84 per cento dei casi di morbillo per maggio rispetto ad aprile, e dell’87 per cento rispetto a marzo. Ce n’erano più del doppio nel 2008, in piena copertura vaccinale. Allora cosa si sarebbe dovuto fare? Organizzare dei campi di concentramento per i genitori dissenzienti e i bimbi non vaccinati? Ma forse la GlaxoSmithKline (quella della tangente da 600 milioni al ministro De Lorenzo, che rese obbligatorio il loro vaccino dell’epatite B tramite la legge 165/1991) non aveva ancora scommesso 1 miliardo di euro nei prossimi 4 anni sui vaccini in Italia.

Prove scientifiche o se preferite statistiche alla mano, alla mano non c’è attualmente nessuna condizione di straordinaria necessità ed urgenza per promulgare questo decreto legge palesemente incostituzionale, ossia fuorilegge. Addirittura il primo ministro pro tempore Paolo Gentiloni, ha ammesso candidamente in conferenza stampa che non c’è nessuna emergenza.

Austria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Islanda, Irlanda, Lituania, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Regno Unito non impongono vaccini obbligatori. E l’immunità di gregge? Forse gli altri popoli d’Europa sono molto meno pecoroni di noi.

Comunque attenti al grullo telecomandato dallo zio Sam. Il 27 ottobre 2015 la posizione del movimento 5 Stelle in Europa era la seguente: ”Una vaccinazione di massa obbligatoria è un regalo alle multinazionali farmaceutiche ed è quanto di più lontano ci possa essere da un approccio appropriato. L’appropriatezza in medicina vuol dire “fare esattamente ciò che serve”, evitando di fare ciò che è superfluo. Tra vaccinare tutti e non vaccinare nessuno, c’è una via di mezzo molto più appropriata, e cioè vaccinare di meno e vaccinare meglio!”. Adesso invece “Il MoVimento 5 Stelle è per la massima copertura vaccinale”.

Nel ’95 il comitato nazionale di bioetica aveva evidenziato che “il diritto vigente non contempla vaccinazioni coercitive, queste si configurerebbero allorché il trattamento sanitario obbligatorio dovesse essere imposto contro la volontà, anche attraverso il ricorso alla forza”. Accertamento preventivi utili alla verifica di eventuali controindicazioni alla vaccinazione? Il decreto legge Lorenzin – almeno nel comunicato stampa del 19 maggio 2017 – non ne prevede. Perché attentare alla salute di minori sani, alla loro integrità psico-fisica? ma per renderli clienti a vita di farmindustria. Uno Stato di diritto, anzi uno Stato sociale ha l’obbligo di prendersi cura del la vita. Per i rischi di lesioni, di contagio o di altre complicanze chi ne risponde?

La prima responsabilità nei confronti dei minori è quella di fornire loro le migliori condizioni possibili di sicurezza per la loro esistenza. A costo della mia vita non consentirò ad anima viva, tantomeno agli scherani dello Stato tricolore o a chiunque altro di sfiorare i miei figli. della scuola pubblica italiana che ammaestra gli scolari e li rende sudditi non sappiamo che farcene. Se la politica è la realizzazione de bene comune, perché allora in Italia, si consente l’inquinamento a tutto spiano?

riferimenti:

http://bioetica.governo.it/media/170641/p20_1995_vaccinazioni_it.pdf

https://www.youtube.com/watch?v=f7_8XhjFqWs

http://www.ilblogdellestelle.it/il_m5s_e_a_favo.html

https://www.youtube.com/watch?v=J7zwTtzh9c4&feature=youtu.be

http://www.eurosurveillance.org/images/dynamic/EE/V17N22/DAncona_tab1.jpg

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/06/vaccini-obbligatori-per-tutti-in-italia.html#more